Alpacas

“Quando si sogna da soli,
non è altro che un sogno;
quando si sogna insieme,
è l’inizio di una nuova realtà”
(H. Càmara)

no images were found

ORGANIZZAZIONE: associazione di piccoli produttori agricoli.
COMUNITA’ CONTADINA: Kapani “Establo Huayllara”
COMUNE: CALAPUJA
PROVINCIA: Lampa
REGIONE: Puno
PAESE: Perù
BENEFICIARI: 20 famiglie (padre, madre e figli conviventi)

OBIETTIVI

1.Creare incentivi all’economia dell’azienda familiare e arginare il fenomeno dell’abbandono delle terre e dell’emigrazione.
2.Migliorare la qualità genetica dei Camelidi Sudamericani, per ottenere lana di qualità.
3.Migliorare e preservare l’ambiente naturale.

no images were found

UBICAZIONE

L’ubicazione esatta del progetto è nella comunità contadina di“Kapani”, in località “Qaqa Punku” (Porta di roccia).
Il terreno ha una estensione di circa 85 ettari, è provvisto tutto l’anno di acqua che scende lungo un ruscello; è situato a due chilometri dal paese di Calapuja. Il luogo si presenta come una vallata con sorgenti d’acqua, sovrastata dal monte più alto della zona, denominato Iquinito (mt. 4560 s.l.m.).

no images were found

PRESENTAZIONE

Il progetto prevede l’allevamento di alpacas di razza “Huacaya” (di colore bianco), realizzato con l’apporto diretto e la cooperazione di famiglie contadine.
Migliorando la qualità genetica dell’alpaca sarà possibile la produzione di lana di qualità, per trasformarla poi in filati e tessuti a mano, incrementando e valorizzando i prodotti artigianali come: maglioni, “chullos”, cappelli, guanti, calze, che vengono lavorati e prodotti dalle donne artigiane della stessa zona, anch’esse riunite in associazione.
La situazione attuale vede come principale occupazione economica delle famiglie l’allevamento di bestiame (pecore, llamas, bovini in numero molto scarso) e la coltivazione di piccoli appezzamenti di terreno per la produzione di cereali e patate.
L’artigianato costituisce un’attività economica complementare e integrativa della attività agricola delle famiglie.
Organizzativamente, con questo progetto ci si prefigge di offrire ai giovani un valido motivo per evitare, o almeno frenare, lo spopolamento di Calapuja e l’emigrazione verso le città come Juliaca, Arequipa e Lima.
Con questo progetto i suoi promotori intendono poi migliorare la qualità della vita delle famiglie contadine che in esso saranno coinvolte, consentendo la professionalizzazione nel settore, aiutando i giovani nella frequenza di corsi superiori di formazione.
Quanto al terreno destinato all’allevamento e al pascolo degli alpacas, sarà necessario migliorarne la perimetrazione, mediante l’impianto di alberi di confine, nonché migliorarne la capacità produttiva mediante la semina di essenze selezionate (erba medica, trifoglio, sulla e altre).
Il progetto potrà usufruire dell’assistenza tecnica e scientifica dei seguenti enti:
1. INIA – Puno – (Ministero de Agricultura):
2. CARITAS DIOCESANA- Puno.

SOCI – PARTECIPANTI

La participazione all’iniziativa è aperta a tutti coloro che posseggano…volontà, impegno e capacità di sperare e proiettarsi nel futuro: adulti e giovani di ambo i sessi.
Sarà importante partecipare anche con apporti finanziari, per l’acquisto degli animali, la costruzione di infrastrutture e il miglioramento del terreno.
Sono invitate a partecipare anche persone che si riconoscono nel progetto, amici, amiche, persone solidali che vivono in altri paesi, oltreoceano.
I soci sono chiamati a partecipare, oltre che con apporti finanziari,
anche con l’apporto delle loro prestazioni personali di lavoro per il
miglioramento del terreno, per il pascolo e la custodia degli animali.
I prodotti dell’allevamento e i suoi utili saranno ripartiti in misura proporzionale alla partecipazione di ciascun socio ai finanziamenti e al lavoro.
Per responsabilizzare maggiormente i partecipanti al progetto e garantire il rispetto di regole democratiche nella sua realizzazione e conduzione, sarà proposta la costituzione di una Associazione di diritto privato, iscritta nei pubblici Registri e dotata di uno Statuto che ne disciplini scopi, oggetto e funzionamento.

LE METE PREFISSE

Allevare, a regime, non meno di 100 alpacas, a seconda delle capacità produttive dei terreni che si potranno acquisire, includendovi anche i terreni dei soci e da questi messi a disposizione del progetto.
Dotazione iniziale di animali: 50 femmine in età riproduttiva e 3 maschi.
Formare e professionalizzare 3 promotori agrotecnici.
Dare appoggio finanziario come minimo a 5 giovani per il completamento degli studi superiori agrari.
Trapiantare 1000 alberelli ad alto fusto.
Realizzare la recinzione di parte del terreno (con rete e pali di eucalipto).
Famiglie beneficiarie: 20 (80 persone).

I TEMPI (2007)

GENNAIO:/LUGLIO: acquisto degli alpacas (in totale: 50 femmine e 3 maschi).
AGOSTO: costruzione di una abitazione per il custode)
SETTEMBRE: costruzione di un ricovero per gli animali
OTTOBRE: trapianto degli alberelli di confine
NOVEMBRE: realizzazione della recinzione
DICEMBRE: semina del prato-pascolo.

PREVENTIVO DEI COSTI

5000 $ Acquisto di 50 femmine adulte alpacas Huacaya
1200 $ Acquisto di 3 maschi adulti alpacas Huacaya
Costruzione di una abitazione per il custode
1000 $ materiali
300 $ mano d’opera
Costruzione di un ricovero animali
1000 $ materiali (paleria, legname, tetto)
300 $ mano d’opera
Perimetrazione con alberi di confine
1500 $ acquisto 1.000 piantine
300 $ mano d’opera
Impianto prato-pascolo (1 ha)
300 $ acquisto sementi selezionate
100 $ materiali di propagazione e ammendante
300 $ mano d’opera
Recinzione
1500 $ acquisto materiali (filo ferro e paleria)
300 $ mano d’opera
13100 $ TOTALE
RIASSUNTO:
10700 $ Fabbisogno finanziario per acquisti
2400 $ Apporto soci in mano d’opera

no images were found


Calapuja, agosto 2006.